List. Immigrazione? Il problema è in Libia

Oggi si apre una due giorni molto interessante del Consiglio europeo dei capi di Stato. In agenda come sempre c’è un po’ di tutto, tra i temi di primo piano spicca quello dell’immigrazione. Per l’Italia è il numero uno e le ragioni non sono soltanto quelle dell’emergenza umanitaria. La legislatura sta entrando nella sua fase finale (voto anticipato o meno) e il governo Gentiloni è lo strumento che deve assicurare a Renzi una navigazione senza troppi scossoni. Ma siamo già

Continue Reading

List. L’errore e l’orrore di Kim. Morire a 22 anni dopo una prigionia in Corea del Nord

Aveva ventidue anni, Otto Warmbier, era nato a Cincinnati, in Ohio. Nei suoi occhi luccicavano le “grandi speranze” di Dickens, il futuro. Aveva fatto il college alla Wyoming High School, si era iscritto all’Università della Virginia. I genitori Fred e Cindy ne seguivano con trepidazione i passi nel mondo degli adulti. Otto era intelligente, aveva il viso dei ragazzi che catturano la vita come il guantone coglie al volo la palla da baseball, il suo sorriso liberava atomi d’energia. Otto

Continue Reading

Long read 2. Trump e il ritorno del popolo jacksoniano

Questo è il secondo articolo di una serie settimanale dedicata alla nuova era americana inaugurata dalla presidenza di Donald Trump (qui trovate il primo). Long read è scritto esclusivamente per la pubblicazione e lettura online, un piano di uscite “solo web”: articoli di circa trentamila battute che hanno lo scopo di scavare in profondità le ragioni del “sottosopra” americano, seguirne le tracce luminose, scoprire quali forze lo guidano, dove c’è continuità e dove invece si coglie in pieno la rottura

Continue Reading

Il Novecento è finito. Con Trump arriverà una nuova Jalta? Breve indagine sul disordine mondiale

L’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca ha messo la parola fine al racconto del secolo breve (Eric Hobsbawm) che non se ne voleva andare, il Novecento. Qual è il nuovo inizio? Ripartiamo da Jalta. E da una foto che chiunque abbia frequentato un libro di storia moderna (ri)conosce: Winston Churchill, Franklin Delano Roosevelt e Josif Stalin sono in Crimea, seduti, posano per rendere (quasi) eterna l’immagine del nuovo ordine mondiale. Churchill è intabarrato nel suo cappotto, stringe tra le

Continue Reading

Site Footer