Trump e il nuovo secolo americano. Intervento al seminario della commissione esteri della Camera (video)

Trump. L’imprevisto (ma non troppo) della storia è arrivato. Che cosa accadrà nella politica estera dopo l’elezione di The Donald alla Casa Bianca? La Commissione Esteri della Camera ha organizzato martedì scorso (15 novembre 2016) un primo seminario sulle elezioni americane, un’occasione di confronto e analisi dei temi che saranno i punti chiave dell’agenda globale. Con la lucida Marta Dassù, il coriaceo Andrew Spannaus e il classico Massimo Teodori, c’era anche il titolare di List con il suo taccuino pieno

Continue Reading

Il serpente elettorale americano e le tredici chiavi per la Casa Bianca che assegnano la vittoria (forse) a Trump

Nuove tensioni razziali, scontri, e polizia sotto accusa a Charlotte. La storia è sempre quella: un nero ucciso da un poliziotto. L’accusa: era inerme. La difesa: era un pericolo. C’è un video della polizia, ma non risolve il caso perché non si capisce se la vittima è armata o no. E’ un segno dei tempi – e della malattia americana – che tutto questo accada sotto la presidenza di Barack Obama. In questo scenario da guerra civile, i due candidati alla

Continue Reading

Renzi è solo nella casa del Pd, infestata dai fantasmi. Cinquestelle senza i cinque cerchi

Matteo Renzi annuncia che non se ne andrà dopo i ballottaggi e, francamente, non si capisce la necessità di ribadirlo: è un voto nei Comuni, non un’elezione generale e in ogni caso lo sanno anche i sassi che il passaggio chiave della legislatura è il referendum costituzionale di ottobre. Tutto ha una logica. Il Pd è in difficoltà, le sue contraddizioni lo stanno squassando, il suo segretario vede chiaramente che il partito è irriformabile, che è un’Idra a nove teste

Continue Reading

Note sulla PlayStation di Orfini e il piano militare di Grillo

Avete presente Matteo Orfini? Passerà alla storia come quello della PlayStation in una notte elettorale non proprio serena, ma in queste ore si sta impegnando per superarsi. Ha deciso di sfidare Grillo sul piano dei numeri, dei voti, dei consensi. E’ di quelli che fa il conto dei Comuni presi e persi, dei seggi a Roccasquagliata, del primo cittadino a Torresfregiata e naturalmente del fondamentale uno per cento in più preso a Montefracico. Il risultato della polemica con Grillo sui

Continue Reading

Site Footer